Il Crowdfunding Funziona?

Il Crowdfunding Funziona?

postato in: Crowdfunding | 2
I risultati dell’indagine sulla raccolta fondi online e il crowdfunding nel 2014 ci dimostrano che finanziare i progetti creativi su internet non solo è possibile, ma vantaggioso.

Questo articolo è per te, che sei arrivato fin qui cercando informazioni sul Crowdfunding. Ormai ne senti parlare ovunque: tutti raccontano le favole di inconsci “malcapitati” trasformati – quasi per caso – in imprenditori. È la magia del web: metti online la tua idea e le persone ti finanziano. Così, la realizzi e ti avvicini al tuo obiettivo. Bello, vero?

Come sempre, devo essere sincera con te: questa è una mera semplificazione. Usare il Crowdfunding come strumento di raccolta fondi per il tuo progetto creativo ha senso, ma devi conoscerlo bene prima di buttarti. Se no fai un buco nell’acqua: perdi fiducia e addio sogni di gloria!

Ecco perché voglio (di)mostrarti che il Crowdfunding funziona, illustrandoti gli step fondamentali da seguire: dalla definizione del progetto a cosa fare dopo aver raccolto la somma necessaria.

Il Crowdfunding nel 2014: un Successo prevedibile

Dati relativi al Crowdfunding in Italia nel 2014 - Ricerca sulla Raccolta Fondi Online

Prima di dirti cosa fare per progettare la tua Campagna di Crowdfunding, ti riporto i dati relativi all’indagine condotta da Duepuntozero Doxa per Rete del Dono e PayPal Italia. Un report che mostra tutto il potenziale di successo della raccolta fondi online. Non ci credi? Seguimi e, magari, ti accorgerai che stai solo evitando di realizzare il tuo progetto.

  • Media di 3 donazioni all’anno per intervistato
  • 1 utente su 5 usa il web per pagare
  • 83% degli intervistati ha fatto una donazione online
  • 28% ha partecipato a una Campagna di Crowdfunding come finanziatore

Bastano questi numeri per capire che il Crowdfunding, oggi, è un meccanismo rodato che il pubblico conosce. Ed è proprio la consapevolezza di quanto ci si appresta a fare in qualità di finanziatori che stimola il singolo a donare. Sì, perché gli utenti sono pronti: sanno che il Crowdfunding è lo strumento attraverso cui dare una mano a persone che vogliono realizzare un progetto, senza avere i fondi necessari per riuscirci in autonomia.

Finanziare il Crowdfunding: quali sensazioni guidano gli utenti?

Quelli che sto per presentarti sono dei dati fondamentali. Conoscerli è il primo passo per la definizione di una Strategia di Crowdfunding efficace. Capire cosa prova una persona quando sostiene una causa, donando i suoi soldi, è di centrale importanza per te. Così puoi impostare una strategia di comunicazione mirata e costruire una community – attorno al tuo progetto – sarà più facile.

I dati sulla Raccolta Fondi Online nel 2014 - Indagine di PayPal e Rete del DonoAlla domanda: “Cosa provi quando doni?” la ricerca di Duepuntozero Doxa riporta questi valori:

  • Gioia/Felicità – 38%
  • Soddisfazione – 22%
  • Solidarietà – 22%
  • Appagamento 17%

Come avrai notato, si tratta di emozioni positive che ci fanno sentire meglio. Sai cosa non dovresti sottovalutare? La forza di quel 22% che ha dichiarato di provare un senso di Solidarietà. Alla faccia di chi crede che siamo un popolo di egoisti!

Il Segreto del Crowdfunding Efficace sta nella Partecipazione

Ecco perché non è sufficiente proporre il tuo progetto su una piattaforma e stare a vedere cosa accade. Ecco perché è fondamentale ideare una strategia mirata per raccogliere la somma necessaria a dare vita al tuo progetto. Per aiutarti, voglio condividere con te gli Step necessari per la definizione di un Progetto di Crowdfunding.

Oltre al business plan, infatti, devi prevedere una strategia di comunicazione integrata – ovvero, capace di muoversi on e offline – al fine di raggiungere gli utenti e instaurare con loro un rapporto duraturo. Insomma, pensaci: chi decide di finanziarti ha anche voglia di stare a guardare come evolve il tuo progetto.

Anzi, è giusto che queste persone possano seguire i tuoi passi e prendere parte attiva al processo che ti porterà fino alla realizzazione della tua idea. Non si tratta di mera gratitudine: chi ha scelto di sostenere un Progetto di Crowdfunding è un potenziale cliente. Una persona che, al momento giusto, potrebbe decidere di acquistare il tuo prodotto/servizio.

Il Successo del Crowdfunding sta in una strategia di comunicazione orientata alla partecipazione. Scopri come costruire una community online!

Che si tratti di una linea di design, di un evento personale, di una mostra o dell’edizione di un libro poco importa. Quello che fa la differenza è il grado di partecipazione prevista.

E il modo migliore per stimolarla è incentrare la tua strategia di comunicazione proprio su di essa. Quindi, non pensare di mettere online la tua idea e scappare! No, è necessario documentare ogni fase e raccontarla a chi ti segue. Fallo e la tua campagna di Crowdfunding potrà raggiungere il successo, garantendoti – nel frattempo – una base di potenziali (futuri) clienti da cui partire.

E tu, sai come comunicare con i tuoi sostenitori?
Image Credits: ©Duepuntozero Doxa
The following two tabs change content below.
Cristiana Tumedei
Strategist for Artists&Creative, consulente di web marketing e comunicazione. Curo diversi progetti in rete, come Parliamo Digitale e QuiCopy: spazi dedicati a blogger e comunicatori 2.0. E poi... quasi 30 anni, 11 traslochi all'attivo, una bimba che mi chiama Mamma Cri, appena nata ho ricevuto un battesimo Voodoo. Che altro? Ah, sto costruendo un sogno: #livingoutloud.
Cristiana Tumedei

Ultimi post di Cristiana Tumedei (vedi tutti)

2 risposte

  1. Ciao Cri,
    Confesso che sono ancora molto scettia su questo metodo di funding però sento anche sempre più persone che hanno avuto ottime esperienze quindi magari è il caso di provare. Mi chiedevo se credi ci siano delle piattaforme di crowdfunding migliori di altre?

    • Cristiana Tumedei

      Ciao Greta,
      ben trovata 🙂

      Francamente, posso dirti che il Crowdfunding funziona. L’importante è pianificare bene la strategia per il progetto. Ed è proprio in funzione di questo che scegli la piattaforma.
      Non ne esistono di migliori, secondo me. Tutto dipende dalla finalità della campagna. Se è il settore artistico-culturale, per esempio, io sono fervente sostenitrice dei ragazzi di BeCrowdy. Se non altro, per la professionalità che dimostrano.
      A loro non interessa fare numero, caricando quanti più progetti possibili. No, tu proponi la tua idea e loro la valutano attentamente, consigliandoti su come procedere al meglio.
      Ottimo per i neofiti o per chi volesse finanziare piccoli progetti personali 😉
      Se servono altre info, puoi scrivere qui o sui social. Un abbraccio!

Lascia un commento